Powered by Blogger.

Android potrebbe mettere il turbo

lunedì 11 giugno 2012

Ed ha raggiunto le 900000 attivazioni giornaliere

Buone notizie per android, partiamo da quella che riguarda gli utenti più smanettoni, pare che il progetto open source linaro noto per il loro lavoro nell'ottimizzare  i programmi su architettura arm abbia trovato il modo di rendere android 4.0.4 fino a due volte più veloce sullo stesso hardware, se non ci credete sotto trovate il video in cui il coder di linaro mostra il loro android all'opera.
Il tutto sembra essere stato ottenuto con un paio di tweaks che hanno dato la possibilità di compilare con opzioni aggiuntive il codice ottimizzandolo meglio.
Pare che questi interessanti progressi non siano più una lontana promessa,  il team cyano sta infatti provando ad integrare queste soluzioni sulla cyanogenmod9 che potrebbe quindi essere presto ancora più performante, inoltre pare che una  rom per gnexus abbia già integrato parte della modifiche con buoni risultati.
Nel mentre l'ambiente android colleziona successi dalle 500000 apps del play store, alle 900000 attivazioni giornaliere.

C'è chi sostiene che tante apps sul market sono troppe, e non serve avere cinque applicazioni che fanno la stessa cosa, personalmente invece ne sono molto contento perchè fra cinque apps una gratuita che fa bene quello che chiedo è sempre molto facile da trovare, e poi la concorrenza abbassa i prezzi.
Per quanto riguarda le attivazioni, il numero è eccezionale ed android si conferma di diritto e per i suoi metodi la prima piattaforma mobile.
Alcuni detrattori tendono a sottolineare che la maggior parte di quelle attivazioni provengono da devices di fascia bassa, il che a ben vedere non è esattamente vero visto le ottime vendite del galaxy S, dell'S2 e del nuovo S3, quelle del note e del galaxy nexus e del nexus s, volendo contare solo Samsung ovviamente, scordandoci di htc che è incapace sulla fascia bassa, Lg, motorola ecc.

Per le nostre notizie su android non smettete di seguirci  tramite facebooktwitter o i nostri feed.



 

Cerca nel blog

Facebook Like

I più letti