Powered by Blogger.

Differenza fra il live overclock e l'overclock classico su android

venerdì 11 maggio 2012

Tutto ciò che c'è da sapere sull'uno e l'altro

L'overclock, come è noto, è la tecnica che permette a certi componenti di funzionare al di sopra della loro abituale frequenza.
La frequenza di clock di processore e scheda grafica (gpu) e memoria,è la misura dei cicli (di operazioni) che questi componenti riescono a completare in un secondo, quindi aumentando la frequenza si aumenta di conseguenza il numero di operazioni che il componente stesso può fare nello stesso lasso di tempo.
La frequenza di cpu e gpu è data dal prodotto della velocità del front side bus (il bus di sistema, la linea di comunicazione fra i vari componenti di un pc o altro terminale affine come uno smartphone o un tablet) per il moltiplicatore.

Su android ( a patto di avere un kernel modificato che supporti l'overclock e il live overclock ) si possono modificare sia il moltiplicatore che il front side bus.
- Quando si modifica il moltiplicatore (si aumenta) si overclocca solo il processore mentre tutti gli altri componenti continuano a funzionare alla loro abituale frequenza. Questo tipo di overclock che è il più comune è gestibile tramite le utlity come setcpu(qui) e simili .
- Quando invece si fa il live overclock si modifica la frequenza del canale di comunicazione fra i componenti overcloccando quindi insieme al processore anche la gpu e la memoria ram, ottenendo a patto di non esagerare (non andare oltre 110%) un netto incremento prestazionale. Tale overclock è disponibile solo su alcuni kernels e si gestisce tramite apps come nstools (free sul play store qui)

I due tipi di overclock possono anche essere usati assieme anche se ciò non è esattamente consigliabile visto che il processore potrebbe divenire troppo instabile.
Fra i due tipi di overclock quando disponibile su android 2.x è preferibile il primo, visto che tutta l'interfaccia viene renderizzata dal processore è meglio spingere su questo componente per migliorare le prestazioni.
Su android 4 ics è consigliabile invece sempre a patto di non esagerare (valori alti fanno rallentare il terminale, creano glitches grafici o lo mandano in crash) usare il live overclock visto che molta dell'interfaccia è gestita finalmente dalla gpu.

In entrambi i tipi di overclock è possibile stabilizzare frequenze maggiori tramite l'overvolt ne abbiamo parlato qui.

Tutte queste procedure sono in realtà poco pericolose in quanto android  i valori impostati sono troppo alti divinene velocemente instabile e si riavvia, in ogni caso è consigliabile inserire l'opzione "set on boot" (letteralmente setta all'avvio) solo dopo che si è certi della stabilità della configurazione scelta.

Riguardo l'overclock è importante anche conoscere i governor di cui abbiamo parlato qui.
Infine per quanto riguarda i consumi nessuna delle due alternative è tremenda, bisogna però sempre ricordarsi di non alzare la frequenza minima o di scegliere un governor non troppo vorace smartassv2 e luzactive sono consigliabili.

Il live overclock è disponibile a quanto ne so per ora solo sui kernels del nexus s e del galaxy S se sapete di altri terminali supportati segnalateceli.

Non perdetevi le nostre news su android  tramite facebooktwitter o i nostri feed.

 

Cerca nel blog

Facebook Like

I più letti